..
Numeri di energenza
Mappa del comune
Raccolta link
Rubrica indirizzi
Gallerie immagini
Richiesta informazioni
Sitemap
Stampa la pagina
Domanda di accesso a documenti ufficiali
..

Il Consiglio di Stato ha approvato il Regolamento della Legge sull’informazione e sulla trasparenza dello Stato (RLIT) che è entrato in vigore il 1° gennaio 2013.

 

Regolamento relativo alla Legge sull’informazione e sulla trasparenza dello Stato del 15 marzo 2011 (LIT) la quale unitamente alla Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) e alla Legge sull’archiviazione e sugli archivi pubblici (LArch) e relativi regolamenti disciplinano l’informazione attiva e l’informazione passiva che le autorità comunicano al pubblico.

 

L’informazione attiva è svolta dall’autorità in modo autonomo tramite i media e gli altri supporti di cui dispone (sito web, bollettini, comunicazioni a tutti i fuochi, albo comunale,…). L’informazione passiva è invece svolta mediante il diritto di accesso ai documenti ufficiali.

 

Questo nuovo principio sostituisce al principio della segretezza con riserva di pubblicità il principio della pubblicità con riserva di segretezza.

 

La legge ha lo scopo di garantire la libera formazione dell'opinione pubblica e di favorire la partecipazione del cittadino, promovendo la trasparenza sui compiti, l'organizzazione e l'attività dello Stato.

Questi obiettivi possono essere raggiunti da una parte fornendo un'informazione corretta, adeguata e tempestiva, dall'altra accordando un accesso generalizzato ai documenti ufficiali tramite una procedura semplice, rapida e di principio gratuita.

 

Per esercitare questo diritto d’accesso abbiamo quindi predisposto un formulario simile a quello adottato dal Cantone, che potete scaricare nella sezione sportello virtuale/formulari online o richiedere alla Cancelleria.

 

Per concludere ricordiamo che se l'autorità responsabile rifiuta o limita il diritto di accesso, il richiedente ha la possibilità di rivolgersi ad un organo di mediazione e di richiedere all'autorità responsabile l'emanazione di una decisione formale che sarà suscettibile di ricorso dapprima alla Commissione cantonale per la protezione dei dati e in seguito al Tribunale cantonale amministrativo.

 

Per maggiori informazioni e/o approfondimenti il rimando è alle Leggi e ai Regolamenti citati, così come al sito web del cantone www.ti.ch/trasparenza.