Servizi comunali
Cerca nel sito

Azienda Acqua Potabile

L'Azienda Acqua Potabile di Capriasca si occupa della produzione dell'acqua e del trasporto della stessa a partire dalle captazioni sino alle abitazioni, provvede allo stoccaggio nei diversi serbatoi ed alla distribuzione alle utenze.

 

La qualità è al centro dell’attenzione dell’Azienda, che ne garantisce la purezza dal punto di vista chimico e batteriologico. Essa si presenta limpida, inodore e insapore come indicato e richiesto dalle Direttive Federali sulle Derrate Alimentari. Inoltre, a scadenze regolari, sia dall’Azienda sia dal Laboratorio Cantonale di Igiene, vengono eseguiti prelievi di campioni nelle diverse zone di distribuzione per verificarne e garantirne la qualità.

 

L’Azienda Acqua Potabile di Capriasca distribuisce circa 800'000 metri cubi di acqua potabile all’anno di cui circa 750'000 al Comune di Capriasca mentre circa 50'000 al vicino Comune di Ponte Capriasca. Normalmente la metà di essa è costituita da acqua di sorgente e l’altra metà da acqua di falda anche se, purtroppo a causa delle condizioni metereologiche che favoriscono periodi di siccità prolungati, negli ultimi anni questa tendenza sta cambiando verso una maggior quantità di acqua di falda.

 

L’Azienda fornisce acqua a circa 3500 utenze, con un consumo medio giornaliero pro-capite di circa 295 litri. Gran parte dell’acqua distribuita è trattata con impianti UV che ne garantiscono la potabilità costante. Uno degli obiettivi dei prossimi anni è quello di poter trattare tutta l’acqua erogata.

 

L’Azienda acqua potabile di Capriasca, così come è organizzata oggi, è il frutto delle due fasi di aggregazione del 2001 e del 2008 con l’assemblaggio di cinque piccole aziende (Corticiasca, Bidogno, Lopagno, Roveredo e Tesserete) e di un Consorzio (COAC) ora sciolto. Quest’ultimo era stato costituito negli anni ottanta da parte degli ex Comuni di Sala, Vaglio, Cagiallo e Lugaggia, per far fronte alle gravi carenze di acqua che ogni anno si presentavano. Tutto il non facile processo aggregativo è stato seguito dall’Ing. Eric Milesi, ora in pensione. Egli ha avuto un ruolo determinante anche nella realizzazione del nuovo Piano Generale dell’Acquedotto (PGA) e nell’organizzazione degli interventi futuri, che oggi si stanno realizzando sotto la conduzione dell’Ing. Mattia Vescovi.

 

In totale le infrastrutture gestite dall’Azienda acqua potabile di Capriasca sono composte da circa 100 chilometri di condotte, da circa 60 sorgenti distribuite lungo la dorsale Monti di Bigorio - Caval Drossa - Monte Bar, da un pozzo di captazione ubicato al Dosso di Taverne in territorio di Sigirino, da 20 serbatoi situati nelle diverse zone di distribuzione, da 7 stazioni di trattamento a raggi UV e da 3 stazioni di trattamento per l’abbattimento dell’arsenico (una in fase di realizzazione). La gestione dell’impianto è dunque assai complessa.

 

Nel prossimo futuro è prevista la riorganizzazione della distribuzione delle acque, con la realizzazione degli interventi più importanti previsti dal PGA e contemplati pure nel Piano Cantonale di Approvvigionamento Idrico (PCAI). Gli investimenti saranno quindi importanti e stimati circa in 1.5 mio di franchi all’anno.

 

L’Azienda è iscritta all’Associazione Acquedotti Ticinesi (AAT), e con l’inizio del 2017 è divenuta membro della Società Svizzera dell’Industria del Gas e delle Acque (SSIGA). Il personale dell’Azienda partecipa attivamente alle formazioni proposte da AAT e SSIGA mantenendo il livello formativo sempre al passo con i tempi.

 

Cerca nel sito
Avvisi e comunicati
Nessun comunicato al momento...
Cerca nel sito
Formulari disponibili

Formulario prelievo da idrante

Richiesta collaudo impianto

Richiesta di allacciamento

Cerca nel sito

Consigli utili


La caratteristica ferruginosa della nostra acqua può provocare momentanei intorbidimenti di colore rossiccio. Per ovviare a questo inconveniente vi sono appositi filtri da posare sull’ entrata dell’impianto privato. Tale filtro è divenuto obbligatorio con l’ultima revisione del Regolamento aziendale. Gli altri componenti obbligatori di un impianto privato sono: la saracinesca alla partenza dell’allacciamento privato, il rubinetto principale sulla batteria sanitaria, così come la valvola anti-ritorno ed il riduttore di pressione.

 

In occasione dei lavori sulla rete di distribuzione, che vengono regolarmente annunciati tramite volantino, avvisi all’albo e comunicati sul sito web, si consiglia di chiudere il rubinetto principale d’entrata onde evitare la circolazione di residui all’interno degli impianti privati. Si consiglia inoltre di non utilizzare l’acqua fino all’orario indicato e di farla scorrere per bene prima del riutilizzo in modo che non presenti odore, sapore o colorazione anormale.

 

Durante tutto l’anno è fortemente consigliato un uso razionale dell’acqua, evitando in particolare l’irrigazione automatica delle superfici erbose in caso di prolungata siccità. La vegetazione è in grado di autoregolarsi, mentre l’acquedotto può andare in crisi con conseguente mancanza d’acqua e relativa emanazione di divieti da parte dell’autorità.

 

Rendiamo attenta l’utenza che la messa a terra dell’impianto elettrico posta sull’acquedotto (pratica largamente in uso nel passato) è assolutamente vietata. La messa a terra è di responsabilità del proprietario (Ordinanza federale sugli impianti a corrente forte 734.2, art. 58) ed è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza delle persone. Invitiamo tutti i proprietari di immobili che non abbiano già eseguito le dovute verifiche a contattare un installatore elettricista abilitato (affiliato AIET: www.aiet.ch; o con autorizzazione ESTI: www.esti.ch), affinché verifichi lo stato della messa a terra e, se necessario, proceda in tempi brevi ad adeguare l’impianto secondo le disposizioni vigenti.

 

Per quanto riguarda l’arsenico presente nell’acqua potabile, già dalla fine dell’anno 2018 i nuovi valori limiti sono rispettati. Le analisi effettuate regolarmente nella rete di distribuzione mostrano che il problema è risolto. Il monitoraggio continuerà, sia da parte nostra, sia da parte del Laboratorio cantonale di Igiene.

 

Ai proprietari di piscine raccomandiamo di avvisare sempre per iscritto o con semplice telefonata prima di effettuare il riempimento, in quanto essi devono essere programmati per evitare lo svuotamento di piccoli serbatoi.

 

Per informazioni concernenti le tasse o i conteggi annuali ci si può rivolgere direttamente all’Ufficio contabilità e contribuzioni (tel. 091/936.03.64).

 

Nei casi di disturbi alla distribuzione o di individuazione di eventuali anomalie (colorazione, odore, rumore) o di perdite lungo la rete non esitate a contattare la nostra Azienda ai seguenti numeri telefonici: orari d’ufficio: tel. 091/936.03.80 e servizio di picchetto fuori orario: tel. 079/220.54.12

SI RICEVE DI PRINCIPIO SOLO SU APPUNTAMENTO CONCORDATO TELEFONICAMENTE IN ANTICIPO
 
Azienda Acqua Potabile
Piazza Giuseppe Motta 1
casella postale 165
6950 Tesserete
Tel. 091 936 03 80
Picchetto fuori orario
079 220 54 12

Apertura sportelli

lunedì - venerdì

09:00-11:00 / 14.00-16.00

giovedì

07:30-12:00 / 13:00-18:00

Responsabile

ing. Mattia Vescovi

 

Collaboratore tecnico

Andrea Milesi

 

Squadra operai

Silvano Heuberger

Michele Mignani

Jan Riva

Massimo Fenini

Dove trovarci Link utili

Torna su

..
Piazza Giuseppe Motta 1
casella postale 165
6950 Tesserete
Tel. 091 936 03 60
info@capriasca.ch

Apertura sportelli

lunedì - venerdì

09:00-11:00 / 14:00-16:00

giovedì

07:30-12:00 / 13:00-18:00

Amministrazioni superiori

 

Confederazione svizzeraRepubblica e Cantone TicinoEnte Turistico Lugano

© www.capriasca.ch - Tutti i diritti riservati   |   Aggiornamento: 27.05.2020   |   Credits   |   Area municipio